CARMEN (MET) / Madison Square Garden, New York

Pathé Live

TITOLI
Originale
CARMEN (MET)

DATA D'INIZIO
Svizzera
02.02.2019
NUMERO DI VISITATORI

Il numero di visitatori elencati rappresenta ciò che è stato riportato e registrato per questo evento a partire dalla data di uscita.

Svizzera
3'447
Svizzera tedesca
1'806
Svizzera romanda
1'543
Ticino
98

CONTENUTO

Atto I
Siviglia. Nella piazza cittadina accanto alla fabbrica di sigarette, un gruppo di soldati osserva i passanti. Tra di loro c’è Micaëla, una contadina, che cerca il caporale Don José. Moralès, un altro caporale, le dice che José tornerà dopo il cambio di guardia. Arriva la guardia di cambio, condotta dal tenente Zuniga, e Don José viene a sapere che Micaëla lo sta cercando. Suona la campana della fabbrica e gli uomini si raggruppano per guardare le donne che escono per la pausa, soprattutto la bella Carmen, la loro preferita. Carmen dice ai suoi ammiratori che l’amore è libero e non ubbidisce alle regole (“L’amour est un oiseau rebelle”). Soltanto un uomo non le presta attenzione: Don José. Carmen gli lancia una rosa prima di tornare al lavoro. Don José raccoglie la rosa e la nasconde al ritorno di Micaëla, che gli porge una lettera da parte di sua madre, che vive in un villaggio di campagna (Duetto: “Parle-moi de ma mère”). Don José comincia a leggere la lettera e Micaëla lo lascia solo. José sta per buttare via la lettera quando sente di una rissa all’interno della fabbrica: Carmen sta litigando con un’altra donna. Zuniga ordina a José di recuperare Carmen. Questa si rifiuta di degnare la sua attenzione alle richieste di Zuniga, che a sua volta ordina a José di arrestarla. Rimasti soli, Carmen comincia a sedurre José suggerendogli di ritrovarsi la sera stessa alla taverna di Lillas Pastia (“Près des remparts de Séville”). Ipnotizzato, José accetta di liberarla. Si allontanano dalla prigione e Carmen fugge. José è arrestato.
Atto II
Carmen intrattiene gli ospiti della taverna con le sue amiche Frasquita e Mercedes (“Les triangles des sistres tintaient”). Zuniga annuncia a Carmen il rilascio di Don José. Entra il toréador Escamillo, vantandosi della qualità della sua professione (“Votre toast, je peux vous le rendre”), e amoreggia con Carmen, che gli annuncia di non essere più disponibile. I clienti, incluso Escamillo, se ne vanno e rimangono solo i contrabbandieri Dancaïre e Remendado che spiegano alle donne il loro prossimo colpo (Quintetto: “Nous avons en tête une affaire”). Frasquita e Mercédès sono pronte ad aiutarli, ma Carmen rifiuta perché dice di essere innamorata. I contrabbandieri se ne vanno all’arrivo di José. Carmen lo fa ingelosire raccontandogli come ha ballato per Zuniga. Poi balla per lui. Quando squilla la tromba militare, José deve tornare alle baracche. Carmen lo prende in giro. Per provarle il suo amore, José le mostra la rosa che lei gli aveva lanciato e le confessa che l’odore della rosa lo ha aiutato a sormontare le settimane passate in prigione (“La fleur que tu m’avais jetée”). Carmen non è impressionata: se lui la amasse realmente, lascerebbe l’esercito per seguirla nelle montagne, scegliendo una vita d’amore e di libertà. José rifiuta e Carmen lo caccia via. Entra Zuniga, e José, preso dalla gelosia, lo aggredisce. I contrabbandieri disarmano Zuniga. José non ha più scelta, è obbligato a seguirli nella loro avventura.
Atto III
Nel nascondiglio dei contrabbandieri, Carmen e José litigano. Carmen ammette che il suo amore per lui sta diminuendo e gli consiglia di tornare a vivere dalla madre. Frasquita e Mercedes leggono i tarocchi. Le carte promettono loro amore e ricchezza, ma le carte di Carmen e José prevedono la morte (“Carreau! Pique!… La mort!”). Micaëla appare, impaurita dal luogo e soprattutto intimidita dalla donna che le ha rubato il suo José e che lo ha trasformato in criminale (“Je dis que rien ne m’épouvante”). Un rumore di sparo la fa nascondere. È José che ha sparato ad un intruso, prima di rendersi conto che si tratta di Escamillo. Questo dice a José di essere venuto a trovare Carmen e i due uomini litigano. I contrabbandieri li separano e Escamillo invita tutti, e soprattutto Carmen, alla sua prossima corrida. Escamillo se ne va e Micaëla esce dal suo nascondiglio pregando José di tornare a casa: sua mamma sta morendo. José decide di andare a trovarla ma prima di partire, promette a Carmen che un giorno si rivedranno.
Atto IV
A Siviglia, il pubblico acclama i toreador che si dirigono verso l’arena. Carmen è a braccetto con Escamillo. Frasquita e Mercedes la avvertono che José è nei paraggi. Carmen non ha paura e lo aspetta all’entrata dell’arena. José appare e prega Carmen di dimenticare il passato e di dare un’altra chance alla loro relazione (Duetto: “C’est toi!—C’est moi!”). Carmen gli annuncia con molta calma che la loro relazione è finita: è nata libera e morirà libera. Il pubblico acclama Escamillo. José insiste con Carmen che perde una staffa e si toglie l’anello regalatogli da José e glielo tira in faccia. José, preso dall’ira, pugnala Carmen che cade, morta. Poi si arrende alla folla che lo ha circondato.

IMMAGINI