Frenetic Films AG

TITOLI
Originale
Qu'est-ce qu'on a fait au bon dieu?
deutsch
Monsieur Claude und Seine Töchter
français
italiano
Non sposate le mie figlie!

DATA D'INIZIO
Svizzera
16.04.2014
Svizzera tedesca
04.09.2014
Svizzera romanda
16.04.2014
Ticino
05.02.2015
NUMERO DI VISITATORI

Il numero di visitatori elencati rappresenta ciò che è stato riportato e registrato per questo film a partire dalla data di uscita.

Svizzera
539'336
Svizzera tedesca
333'013
Svizzera romanda
198'621
Ticino
7'702

CAST & CREW
Regia
Philippe de Chauveron
Produttore
Romain Rojtman
Soggettista
Philippe de Chauveron
Guy Laurent
Musica
Attore
Christian Clavier
Chantal Lauby
Frédérique Bel
Emilie Caen
L'ETÀ D'ACCESSO

Dall’1.1.2013, tutti i film proiettati pubblicamente nei cinematografi sono classificati per categorie d’età dalla "Commissione svizzera del film e della tutela dei giovani". L’età indicata ("Permesso a partire da") esprime il fatto che, a partire da quell’età, la visione del film non dovrebbe comportare alcun danno per un bambino/giovane. Un bambino/giovane che ha raggiunto tale età può dunque vedere il film da solo. Se egli è accompagnato da una persona detentrice dell’autorità parentale, tale soglia d’età può essere ridotta al massimo di due anni (ad esempio, "permesso a partire da 10 anni" significa che l’interessato che ha raggiunto tale soglia d’età potrà accedere da solo alla visione, mentre un interessato che ha raggiunto gli 8 anni d’età potrà accedervi solo se accompagnato da una persona detentrice dell’autorità parentale.
"Consigliato a partire da" significa che un bambino/giovane è in grado comprendere il contenuto del film a partire da quell’età.
Ulteriori informazioni all’indirizzo: filmrating.ch

L'età legale
6
Età consigliata
12
Cantone ZH
J12

CONTENUTO

Claude e Marie Verneuil sono una tranquilla coppia borghese cattolica e conservatrice che ha allevato 4 figlie secondo i principi di tolleranza, integrazione e apertura, che sono nei geni della cultura francese. Ma il destino li mette a dura prova – non una ma ben 4 volte!
Il primo boccone amaro arriva infatti quando la loro primogenita decide di sposare un musulmano. Ma poi la seconda sceglie un ebreo e la terza un cinese. Ormai tutte le loro speranze di assistere ad un tradizionale matrimonio in chiesa vengono riposte sulla figlia minore, che finalmente, grazie al Cielo, ha incontrato un bravo cattolico…

IMMAGINI